motore di ricerca

Unione

Presidente, Giunta, Consiglio, Dove siamo, Contatti... Entra nella sezione  Unione

Istituzione

Istituzione servizi sociali educativi e culturali dell'unione dei comuni dell'appennino bolognese ... Entra nella sezione  Istituzione

Servizi

Ambiente, Forestazione, Difesa del suolo, Attività produttive, Servizi sociali, ... Entra nella sezione  Servizi

dettaglio della notizia

Questa è la pagina di approfondimento della notizia che hai scelto.

ultima modifica: Carmine Caputo  12/04/2019

Inaugurato a Vergato il nuovo monumento ai caduti delle guerre progettato dagli studenti

notizia pubblicata in data : venerdì 12 aprile 2019

I ragazzi con la bandiera della pace

Sabato 6 aprile a Cereglio, frazione del Comune di Vergato, è stato inaugurato il “nuovo” monumento ai caduti delle guerre voluto dalla sezione locale dell’ANPI. Il monumento andrà a sostituire un’opera in rame che purtroppo fu rubata alcuni anni nello stesso luogo, all’incrocio tra la strada provinciale che conduce da Vergato a Zocca con quella che porta a Tolè. Qui furono combattute alcune delle battaglie più cruente sulla Linea Gotica e i cippi ricordano appunto i caduti in guerra.

Erano presenti il sindaco di Vergato Massimo Gnudi, lo scultore Paolo Gualandi, gli studenti dell’Istituto Superiore Fantini di Vergato delle classi terza e quinta dell’indirizzo Costruzione Ambiente e Territorio, l’assessore alla cultura Ilaria Nanni, il Gruppo Alpini di Vergato. Alessandro Masi, per conto dell’Associazione Nazionale Partigiani d’Italia di Bologna, ha voluto consegnare ai ragazzi una bandiera della pace e alcune copie della Costituzione. «Questo bellissimo monumento vuole ricordare l'importanza di preservare la pace: i ragazzi devono fare proprio questo messaggio, perché loro sono il nostro domani» ha spiegato Alessandro Masi di ANPI. «Ho consegnato loro la bandiera della pace e tre copie della Costituzione nata dalla resistenza contro il nazifascimo. Nella Costituzione ci sono tutte le ricette per rendere la nostra vita migliore, bisognerebbe solo applicarla».

Il progetto nasce quando l’ANPI contatta il professor Paolo Gualandi, scultore con una trentennale esperienza di insegnamento nel liceo artistico di Bologna, chiedendogli di pensare ad una nuova struttura che sostituisca la precedente. L’ANPI propone di coinvolgere le scuole di Vergato per favorire la sensibilità dei giovani verso gli eventi che hanno caratterizzato la storia nazionale e locale nel secolo scorso.

Il processo ha interessato gli studenti dell’Istituto Fantini del professor Achille Martino e Francesco Loro, grazie anche alla collaborazione del dirigente scolastico Paolo Bernardi e dell’Istituto per l'Istruzione Professionale dei Lavoratori Edili della Provincia di Bologna. Dal momento che gli studenti non provenivano da una scuola d’arte ma tecnica, ci si è soffermati in particolar modo sulla fase progettuale. I ragazzi hanno dapprima incontrato i rappresentati dell’ANPI per meglio comprendere gi avvenimenti storici e i loro tragici effetti. In seguito gli incontri si sono incentrati su attività di laboratorio e progettazione con la guida di Gualandi in qualità di tutor, con l’obiettivo di definire l’opera scultorea che meglio potesse rappresentare gli eventi in questione.

L’ideazione creativa ha dapprima visto gli studenti impegnati nella progettazione 3d, resa possibile dal contributo della ditta Wasp di Massa Lombarda; si è poi conclusa con la scelta di un geode aperto al cui interno, sulle superfici dei “cristalli” colorati sono visibili immagini incise dagli studenti che rimandano a tragici episodi bellici. Il geode è stato scelto come simbolo della protezione del ricordo del passato, a prezioso monito per le scelte del futuro. Non solo: i ragazzi hanno pensato a un monumento “vivo”, perché è possibile farsi fotografare all’interno: in questo modo gli strumenti di comunicazione di oggi, come i social network, possono contribuire a preservare la memoria e diffondere messaggi positivi. A realizzare concretamente in calcestruzzo la struttura progettata dai ragazzi sono stati poi gli artigiani della Marmografia di Castelvetro.

«Questo geode è una metafora della protezione e del ricordo: l'esterno è roccioso, forte, pesante mentre l'interno, con i cristalli luminosi e colorati è prezioso, delicato e da conservare, come la memoria delle guerre» ha spiegato durante la cerimonia Gualandi.

Risultato
  • 0
(0 valutazioni)
Calendario Eventi
<< aprile 2019 << L M M G V S D 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30                        
Unione dei Comuni
dell'Appennino Bolognese
Indirizzo: Piazza della Pace, 4 - 40038, Vergato (BO)
telefono: 051911056 - 0516740158   fax: 051-911983  CF: 91362080375
PEC UNIONE unioneappennino@cert.provincia.bo.it
PEC ISTITUZIONE
isec.unioneappennino@cert.cittametropolitana.bo.it
Portale internet realizzato da Progetti di Impresa Srl Copyright © 2014