motore di ricerca

Unione

Presidente, Giunta, Consiglio, Dove siamo, Contatti... Entra nella sezione  Unione

Istituzione

Istituzione servizi sociali educativi e culturali dell'unione dei comuni dell'appennino bolognese ... Entra nella sezione  Istituzione

Servizi

Ambiente, Forestazione, Difesa del suolo, Attività produttive, Servizi sociali, ... Entra nella sezione  Servizi

HOME » Istituzione | Centro per le famiglie

ultima modifica: Carmine Caputo  24/07/2020

Centro per le famiglie dell'Appennino bolognese

Centro per le famiglie dell'Appennino bolognese: l'Unione attiva un servizio a distanza

L’Unione dei comuni dell’Appennino bolognese avvia il progetto “Centro famiglie Appennino bolognese” per fornire informazioni, orientamento e ascolto, sviluppare riflessioni e ricerca sulla società con e dopo il COVID-19, tra scuola, lavoro, abitare e salute. Il tutto, ovviamente, visto con il punto di vista delle famiglie. Sarà da subito attivo un indirizzo e-mail, centroperlefamiglie@unioneappennino.bo.it e un numero di telefono: 338 3660763 attivo il lunedì e il mercoledì dalle 10 alle 12.

L’obiettivo è introdurre forme di sostegno concreto per non lasciare nessuno da solo, nel far fronte a questa emergenza, sperimentando nuove modalità e nuove tecnologie con cui i servizi educativi, sociali e sociosanitari devono misurarsi in questo periodo per poter fornire lo stesso il proprio fondamentale contributo.

L’idea di avviare questo servizio in via sperimentale risale al 2019, quando la Regione Emilia-Romagna ha deciso di finanziare il progetto per favorire l’informazione, il sostegno alle competenze genitoriali e lo sviluppo delle risorse familiari e comunitarie. Il proposito era quella di un servizio diffuso a sostegno della genitorialità con una sede principale ospitata nella Casa della cultura e della memoria di Marzabotto e tanti punti di erogazione per favorire la vicinanza con i cittadini, riproponendo esperienza già attuate positivamente come lo spazio genitori e bimbi, presso gli asili nido: ma ovviamente la pandemia il corso ha portato a un ripensamento provvisorio della struttura delle attività.

«ll Comune di Marzabotto ha deciso subito di aderire a questo progetto mettendo a disposizione gli spazi presso la Casa della cultura, che saranno pronti non appena potremo tornare a riunirci in serenità» commenta la sindaca di Marzabotto Valentina Cuppi «perché crediamo molto nelle politiche a sostegno della famiglia. È però evidente che servono risposte immediate perché la reclusione forzata e le incertezze sull’avvenire stanno mettendo a dura prova l'equilibrio familiare, la relazione con i figli e la relazione di coppia. Questo progetto nasceva con altre ambizioni ma si rivela prezioso, in un momento in cui molte famiglie si sentono un po’ sole durante questa emergenza».

Se rimane infatti la volontà di mappare e mettere a sistema i servizi che già ci sono, riempiendo eventuali lacune, il cambio di scenario ha posto le famiglie di fronte a sfide che un anno fa era difficile anche solo immaginare ed è su questi temi che sarà posta maggiore attenzione.

Attraverso il telefono e la posta elettronica verrà data la possibilità di parlare con qualcuno che sappia dare orientamento nell’insieme frammentato ed in costante aggiornamento dei servizi di welfare per le famiglie, senza dimenticare che anche essere in casa, con chi forse già non si andava d'accordo, può essere molto difficile. Non solo: sono previsti anche gruppo di ascolto tramite videoconferenza al quale parteciperanno funzionari dell’Unione, educatori e pedagogisti.

Saranno inoltre previsti spazi di ascolto e consulenza, sempre tramite telefono, e-mail e videoconferenza, su materie quali il councelling genitoriale, la mediazione familiare, la consulenza legale, la consulenza psicologica, la consulenza in gravidanza, nel post parto e durante l'allattamento.

 

Ultime notizie

 

CENTRO PER LE FAMIGLIE DELL'APPENNINO BOLOGNESE.

 

Si è concluso lo studio di fattibilità preliminare all'avvio del Centro per le Famiglie dell'Appennino Bolognese. I ricercatori hanno analizzato sia lo sviluppo organizzativo del servizio nel contesto del distretto dell’Appennino Bolognese, sia lo sviluppo di rete del medesimo, a partire da una lettura aggiornata dei bisogni della popolazione della comunità distrettuale. Lo studio - condotto dall'Istituto IRESS - fornisce indicazioni utili per lo sviluppo del servizio, in recepimento delle Linee Guida regionali per i Centri per le Famiglie in materia di INFORMAZIONE,  SOSTEGNO ALLE COMPETENZE GENITORIALI e  SVILUPPO DELLE RISORSE FAMILIARI E COMUNITARIE.

Il Report conclusivo descrive anche il progetto di ricerca, che si è declinato come percorso di programmazione partecipata, coinvolgendo gli amministratori locali, i professionisti ed i diversi soggetti della comunità locale impegnati in attività di informazione, sostegno alle competenze genitoriali ed allo sviluppo di risorse famigliari e comunitarie, sempre in coerenza con le aree di attività previste dalla Regione Emilia-Romagna in materia di Centri per le famiglie. 

Scarica il report

 

Per informazioni:

 

 

Risultato
  • 3
(1390 valutazioni)


Calendario Eventi
<< luglio 2020 << L M M G V S D     1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 21 22 23 24 25 26 27 28 29 30 31                  
Unione dei Comuni
dell'Appennino Bolognese
Indirizzo: P.zza della Pace 4 40038, Vergato (BO) - Sede Operativa Via Berlinguer 301 - 40038, Vergato (BO)
telefono: 051911056 - 0516740158   fax: 051-911983  CF: 91362080375
PEC UNIONE unioneappennino@cert.provincia.bo.it
PEC ISTITUZIONE
isec.unioneappennino@cert.cittametropolitana.bo.it
Portale internet realizzato da Progetti di Impresa Srl Copyright © 2014